In molti, in questi ultimi anni, stanno riscoprendo la passione di coltivare un orto nel giardino o area verde della propria abitazione. Per andare incontro a coloro che hanno deciso di intraprendere questa strada, mettiamo a disposizione pratici consigli per curare e far crescere al meglio il proprio orto. Oggi andremo a vedere come concimare al meglio il proprio orto, in modo tale da garantirgli una rapida e rigogliosa crescita dello stesso. La concimazione dell’orto è un’operazione che va eseguita in modo ciclico, al fine di rendere il terreno ricco di elementi nutritivi e quindi di conseguenza più produttivo. Per effettuare questa operazione è preferibile utilizzare concime di tipo naturale, che non determina inquinamento del terreno e permette un maggior rispetto anche dell’ambiente ed evitano di riempire il vostro spazio verde di prodotti chimici.

Il periodo di concimazione

Il periodo migliore per effettuare interventi di concimazione è l’inverno, questo perché la terra va mossa, attraverso l’utilizzo di opportune attrezzature quali aratri, vanghe o altro ancora, e di seguito concimata e lasciata a riposo per far si che sia pronta per il periodo primaverile. Ogni genere di concime deve essere utilizzato nei periodi indicato per la concimazione, ovvero durante la ripresa vegetativa (fine febbraio) e alla fine del periodo estivo (a settembre).

L’occorrente per una corretta concimazione

Per garantire interventi di concimazione efficaci e funzionali, è bene dotarsi di un’attrezzatura che comprenda: guanti, una vanga, rastrello, piccone, pala e ovviamente il concime che intendiamo utilizzare.

Il tipo di concime

Il concime più adatto è sicuramente il letame, tra i migliori quello equino, bovino e dei polli. Vista la difficile reperibilità di questo genere di concimi, potrete optare per il compost, che permette un risparmio economico nell’acquisto dello stesso, e permette la possibilità di riciclare i rifiuti organici dando una grossa mano all’ambiente.

Come effettuare la concimazione

Utilizzando la vanga affondate sul terreno, rivoltando la terra e arrivando ad una profondità di almeno 20 centimetri, togliete eventuali radici di piante infestanti presenti, e cercate con l’ausilio del piccone di sgretolare la terra, versando poi il concime e provvedendo subito dopo a mescolare il terreno con un rastrello.

Per maggiori informazioni riguardo alla manutenzione e alla realizzazione di giardini, affidatevi a Eurocompany, un’azienda di Bologna che da anni impiega i migliori prodotti e manodopera certificata in questo genere di lavori.